Jurnalul meu

This is my blog.

joi, martie 22, 2007

Osservazioni sulla seconda presentazione orale

Mandate, per favore, le vostre osservazioni come commento a questo mio messaggio. Non dimenticatevi di menzionare chiaramente qual e' la presentazione su cui avete scelto di fare i vostri commenti.

12 Comments:

Blogger Anna Hesser said...

Kenna ha parlato su Girolamo Savonarola e il primo capitolo della sua opera “Che è necessario il governo nelle cose umane: e quale sia buono, e quale sia cattivo governo”. Savonarola era un prete dominicano che è nato nel anno 1452. Lui è arrivato a Firenze nel anno 1482, ed è diventato il governante della città. Le cose morale erano molto importante per lui, e ha creduto che la vanità era una problema grande per la gente di Firenze. Ha ordinato il Falò di Vanità dove ha brucciato molti dipinti, specchi, strumenti musicale, e poesie perche ha creduto che erano simboli della vanità.
Nella sua opera, lui ha parlato degli uomini e il suo relazione con i altri uomini e gli animali. Ha detto che le differenze tra gli uomini e gli animali sono che gli uomini hanno il libero arbitrio e Dio a dato agli uomini l’abilità di vivere bene e fare le cose senza l’aiuto di Dio. Dice che un uomo deve aiutare gli altri uomini, e che questa fratellanza è il solo modo di vivere in pace. Tuttavia, dice che la gente è prono a male, e per questo ha bisogno di legge e il governo. Parla di due modi del governo, la tirannia (come i Medici) e la comunità.

27 martie, 2007 20:24  
Blogger Kenna said...

Penso che la presentazione di Melissa fosse molto interessante. Ha parlato di Antonio Ghislanzoni che è nato a Lombardia, ed era un’uomo che ha avuto molti talenti. Era un giornalista a Milano, e ha scritto le poesie e i romanzi. Ha scritto anche i libretti della liberazione d’Italia. Ghislanzoni ha studiato anche la medicina, ma è ritornato alla letteratura.
Melissa ha spiegato che Ghislanzoni si è interessa nella liberazione d’Italia e la creazione di una democrazia. Le sue opinioni del governo sono espresso nella sua opera famosa, “Aida.” Lui ha il tema commune nelle sue opere. Questo tema è il patriottismo per la liberazione d’Italia. Ha usato simbolismo per esprimere i suoi pensieri della liberazione. In “Aida,” esprime le idee politiche, tuttavia la storia tratta dell’amore e i conflitti che l’amore porta.

05 aprilie, 2007 12:09  
Blogger matwillow said...

Matthew O'Brien
osservazione sulla seconda presentazione

Stacie ha parlato su Matteo Maria Boiardo e la sua epica 'Orlando Innamorato.' Boiardo anche scritta Ariosto Orlando Furioso che e' prodotto dopo Innamorato. Innamorato ha tre libri e Stacie ha parlato sul terzo libro che scriveva nella forma di poesia epica. Boiardo ha avuto tre fonti di speranze: tradizione orale, tradizione classica e un altro che non ricordo ma mito arturo e' importante per questa opera. Un'esempio dal mito e' il misterioso trattato di bevendo l'acqua che cambia tutto della punta di vista o la presenza delle streghe. Inoltra, ci sono tante persone nella complessa opera. Piu' scena in 'Innamorato' sono di guerire, po' per amore ma Orlando e' sempre innamorato.

08 aprilie, 2007 21:13  
Blogger Sarah Hull said...

James ha parlato di Ungaretti e le due poesie "Tutto ho perduto" e "Stella." Ha spiegato le esperienze di Ungaretti nella prima guerra mondiale e come hanno influenzato le sue poesie in generale, ma "Tutto ho perduto" e "Stella" parlano di altri temi. "Tutto ho perduto" viene dalla raccolta "Il dolore," che era dedicata a suo figlio morto e che è stata scritta più tardi dopo la guerra. In questa poesia si può vedere la sofferenza e la disperazione, e il poeta dice che gli manca la vita senza dolore. "Stella" è diversa perché non c'è un senso di tristezza grande qui. Questa poesia è stata scritta più alla fine della vita di Ungaretti, e l'immagine della stella ci da un'impressione di luce e speranza. Sopratutto mi è piaciuta la presentazione di James perché non avevo letto queste due poesie prima.

22 aprilie, 2007 17:38  
Blogger Cory Westerfield said...

Per la seconda presentazione, Stacie ha scelto l’autore Matteo Maria Boiardo, una persona nobile, con il lavoro di “Orlando Innamorato.” Stacie ha spiegato che il poesia latino era un grande influenza dell’autore. L’autore Petrarca era anche un’altra influenza dei lavori di Boiardo.L’opera di “Orlando Innamorato” è scritta come un poesia epica dei viaggi del cavaliere durante questo tempo. Questo lavoro è pieno dei temi d’amore e la cortese. É diviso in tre libri se anche non hanno finito mai.
Credo che questo sia un altro buon esempio d’amore nella italiana letteratura e Stacie spieghi questo argoment benissimo. Questo argoment contiene l’idea di come combatte per l’amore nella vita. Questo crea un’esperienza d’amore che è molto importante in questo lavoro. Forse questa esperienza è per Cristo perché il cavaliere combatte durante le guerre cristiani. Soprattutto, mi è piaciuta la presentazione di Stacie.

22 aprilie, 2007 21:42  
Blogger Lindsay Hermecz said...

Mi piace la presentazione di Kenna a proposito di Savonarola. Prima ha discuto la vita dell’uomo e le sue linee politiche. Era un frate e ha studiato a Bologna, ma è andato a Firenze dopo, e alla fine ha diventata il governante. È stato interassato in un governo più morale, e lui e i suoi seguaci hanno collezionato le cose immorale e le hanno incendiato. È stato esiliato, poi è stato condannato morire da fuoco. Il testo di cui Kenna parla è sul governo di Firenze e la vita ideale per gli umani. Nel principio, parla delle differenze fra gli uomini e animale. Gli uomini devono lavorare insieme. Dice anche che tutti devono leggere. Continua con descrizioni di modi di governo come un governo civile e un governo tirannico.

22 aprilie, 2007 23:06  
Blogger skadleck said...

Mi è piaciuta la presentazione di James sulla poesia di Ungaretti, perché questo poesia commovente ci offre un buon paragone con quelli temi – la solitudine, la pena, il senso di perdita – che abbiamo visto in altri poeti del novecento. Come abbiamo visto, il poeta usa la poesia per esprimere le emozioni di tristezza e di disperazione. Nel esempio che James ci ha dato, «Tutto Ho Perduto,» Ungaretti descrive la desolazione che segue la morte del suo figlio. La situazione è personale, ma anche molto pertinente alla condizione umana in generale.
È anche interessante che si vede qui la stessa immagine usata da Foscolo e da Michelangelo, quella della notte (5). Tutti questi poeti scrivono della notte come se fosse il tempo in cui tutti gli uomini si rivolgono naturalmente all’introspezione. Per Michelangelo, è un momento beato di pace e d’ispirazione, senza cui il giorno sarebbe privo della «luce» d’arte; per Leopardi, è un’ora quasi sacra, in cui prevediamo la morte e l’immersione nel infinito; ma la notte non dà a Ungaretti qualche fuga dalla tormenta interiore. Ha invece l’effetto di fa crescere la propria pena («disperazione che incessante aumenta,» 11). Ungaretti, allora, ci presenta con sempre un’altro esempio di un uomo che cerca, dentro di se stesso, qualcosa fuori da se.

23 aprilie, 2007 00:45  
Blogger Jasmine Rogers said...

Ho scelto la presentazione di Sara perché le parole di Primo Levi risuonano profondamente nella mi’alma, e perché il suo messaggio è uno d’importanza. Lui era un superstite dell’olocausto chi era incarcerato ad Auschwitz. Il preludio da Se questo è un uomo è commovente. Sembra che l’autore sputi le parole con aria disgustata mentre lui descrive le condizioni da incubo di quest’ esperienza. Il suo messaggio è chiaro: il mondo deve non dimenticare cosa è successo alle vitime dell’olocausto.
Abbiamo discusso quello che Levi ha scritto sulla difficoltà di distinguere il bene dal male in una circostanza così differente dalla vita normale. Prima della presentazione, non ho pensato del fatto che molte vitime dell’olocausto non hanno parlato la lingua dei loro persecutori. In una situazione così imcomprensibile come l’olocausto, certamente l’ostacolo di lingua ha fatto l’esperienza ancora più terrificante. Avendo perduto la familia e gli amici, quest’ostacolo di lingua ha aggiunto al senso d’isolamento delle vitime.

23 aprilie, 2007 19:14  
Blogger Melissa Hudson said...

Questo e’ una riposta alla presentazione di James su Ungaretti e Vita D’un Uomo.

Secondo me, le poesie che James ha scelto erano interessanti perche’ hanno diviso i temi molto simili a quelli che abbiamo visto nelle poesie di Giacomo Leopardi. Come dice nel suo profilo, Leopardi ha usato la sua esperienza con la deformita’ e la malattia per tutta la sua vita non da “un motivo di lamento individuale” ma da “un formidabile strumento conoscitivo” e in qualche modo, Ungaretti fa la stessa cosa. Come James ha detto, in “Tutto Ho Perduto” specificalmente, Ungaretti parla di essere perso nella notte buia, infinita della vita ma non si e’ mai il soggetto. Non vuole la comprensione per se stesso. Invece, vuole descrivere le sfide della vita in un modo costruttivo affinche’ l’altra gente possa riflessare sui propri pensieri per l’espressione dei suoi pensieri.

23 aprilie, 2007 21:19  
Blogger whatever said...

Ho scelto la presentazione di Juliana, chi ha parlato del scritore, Giovanni Boccaccio. Specificamente, lei ha parlato di una storia della decima giornata, che è anche la ultima storia del Decameron. In questa storia, un uomo pensa di non potere avere fiducia nelle donne, ma lui è persuaso a tentare trovare un moglie. Lui trova una donna, e la mette per prove multiple. Nella fine, lui scopre che lei è fedele e di buone maniere, e decide tenere Griselda come la sua moglie.

Penso che questa storia è molta bizzarra, e anche malevolo e impropria per la prospettiva di oggi. Nonostante, Juliana in più ha paragonato la storia dal Decameron a quella di Job della Bibbia. In questa storia, un uomo era provato per Dio, in una maniera simolare, per assicurare che lui ha fiducia. Un altro tema che Juliana ha menzionato è quello della fortuna. Questa forza ha cambiato frequentamente nella storia di Griselda, e sembra che lei era vittima dei suoi capricci, come ha cambiato di nuovo e avanti.

Michael Rongo

23 aprilie, 2007 21:37  
Blogger Juliana Dumas said...

Ho scelto la presentazione di Dave su "Un curioso accidente" di Carlo Goldoni. Ha cominciato la presentazione con un buon riassunto della vita dell'autore. Ha spiegato gli aspetti essenziali di Goldoni, comprendendo il suo uso della realta' e l'onesta'. Ha detto che Goldoni ha dato gli immagini del pubblico a loro stessi.
Dave ha scelto due citazioni che dimostrano le idee innovative di Goldoni. L'autore non e' ossessionato con le persone di gran classe, ma invece racconta le situazioni con cui il pubblico possa relazionare. Goldoni dimostra un'uguaglianza e un'intelligenza delle personaggi femminile. Infatti, le donne nelle sue storie sono le piu' importante carrateri. La presentazione di Dave ha riassunto gli aspetti piu' interessante e innovative di Goldoni.

23 aprilie, 2007 23:07  
Blogger Dave said...

Ho scelto la presentazione di Melissa che ha presentato su Antonio Ghislanzoni. Lui era un giornalista, poeta e romanziere italiano. Melissa ha discusso Un Piccolo Riassunto di Aida di Verdi. Il tema piu'impotante di quest'opera e' l'amore. I personaggi principali sono Radames e Aida chi sono innamorarsi. Le sue situazioni e' molto interessante perche' Aida e la cameriera di Amneris, la donna con cui Radames e' presunto a sposarsi. Melissa ha notato molto bene la relazione fra Radames e Aida, ed anche il problema che Amneris li causa. Ghislanzoni ha auitato a creare lo stato moderno Italiano ed anche il movimento moderno europeo, ed "Aida" e' un buon esempio di questo.

23 aprilie, 2007 23:53  

Trimiteți un comentariu

Links to this post:

Creați un link

<< Home